Scherma: Lombardi, Greco e Malaguti alla finale Nazionale Under 20. Molinari premiato in Regione Lombardia.

La stagione agonistica 2018/2019 si avvia alla conclusione e proprio negli ultimi mesi si concentrano gli impegni più importanti e qualificati dell’annata; fondamentale pertanto per lo Staff Tecnico del CUS Pavia Scherma è proprio portate gli schermidori in questi ultimi due mesi al top della condizione fisica e mentale. Eccellenti segnali vengano dalla Coppa Italia Cadetti e Giovani, che è stata organizzata dal Club Scherma Casale negli ampi spazi. L’obiettivo delle schermitrici e degli schermitori che si sono affrontati nel primo fine settimana di maggio era entrare nei primi sedici di ciascuna competizione, per staccare il biglietto per Lecce, per disputare la prestigiosa finale del Campionato Italiano Under 20, che ammette solamente le prime 32 lame di ciascuna specialità. Obiettivo centrato a Casale per due spadiste e uno spadista del CUS Pavia Scherma; con la qualificazione per Lecce già acquisita dallo spadista pavese Francesco Leone, dal 24 al 26 maggio quattro schermidori cussini saliranno sulle pedane delle finali Under 20: Marco Malaguti, che compirà 18 anni a luglio, con le cussine Marta Lombardi e Silvia Greco. Sono stati tredici gli atleti del CUS Pavia Scherma alla Coppa Italia Under 17 e Under 20 a Casale Monferrato, seguiti a bordo pedane dall’intero Staff Tecnico cussino, con il Direttore Tecnico maestro Federico Meriggi, gli istruttori di spada Matteo Beretta, Francesco Malvezzi, Federico Bollati e il responsabile della sciabola istruttore Alessio Esposito. Nella Spada femminile Under 20 la vittoria è stata conquistata dalla figlia e nipote d’arte schermistica Greta Cucchiara dell’Accademia di Modena tra le novanta partecipanti; le cussine Marta Lombardi, classe 2001, al 7° posto e Silvia Greco, classe 2000, al 16° posto hanno gestito con grande oculatezza le risorse fisiche e mentali,  Una terza spadista cussina Under 20 ha gareggiato con grande determinazione: Teresa Paravella che ha terminato al 25° posto, con una sola sconfitta per 15 a 14 proprio nel match decisivo per entrare nelle prime sedici subita dalla triestina Matilde Merzliak. Tuttavia con questa eccellente prestazione anche Teresa Paravella si candida autorevolmente come titolare nel quartetto di spadiste che ad inizio giugno sarà a Palermo nella squadra del CUS Pavia per gareggiare nel Top Serie A1. Ben più numerose sono state le Cadette, Under 17 nella Coppa Italia di spada femminile con ben 250 schermitrici in pedana a Casale; si è affermata la vercellese Marzia Cena; tre le spadiste cussine in gara, che erano le più giovani in gara e così stanno formandosi la propria personale esperienza nei turni di eliminazione diretta, un vero duello per l’accesso al turno successivo, “mors tua, vita mea”. La migliore spadista pavese è risultata Sara Greppi, classe 2004, con un buon 56° posto finale; Francesca Bianchi ha conseguito il 147° posto, con un tre vittorie nelle qualificazioni e la sconfitta nel primo match nel main draw; anche per la cussina Matilde Maggi due nitide vittorie nelle qualificazioni, ma la sconfitta nel primo assalto del tabellone della diretta, con il 175° posto della classifica finale. Tra le Cadette, Under 17, nella Sciabola da rilevare la continua progressione nelle classifiche nazionali della cussina Anita Fraccaro, classe 2003, quindi ancora tra le Under 17 anche nella prossima stagione schermistica; nella gara vinta dalla siciliana Carolyn Frenna di Sciacca, la sciabolatrice pavese Anita Fraccaro ha conseguito il 37° posto della classifica generale. Questo piazzamento di Anita Fraccaro, che migliora ogni volta di dieci posizioni la propria classifica, è il frutto di una sempre più puntigliosa preparazione; con una accresciuta velocità di esecuzione delle azioni di attacco, la sciabolatrice pavese Anita Fraccaro ha eliminato Sofia Tiragalli di Genova Voltri, la padovana Angelica Tapparello e Alice Renda di Trapani, che provengono da Club Schermistici dove la sciabola ha una notevole tradizione e conta molti atleti. Dalla scuola di sciabola di Livorno proviene Giulia Pizzolu che ha sconfitto per 15 a 10 la cussina Anita Fraccaro, che aveva già incontrato altre volte questa avversaria, ma mai arrivando a portare dieci stoccate. Per Marco Malaguti, al primo anno tra gli Under 20, la migliore prestazione dell’anno arriva propria dalla Coppa Italia di Spada a Casale e il settimo posto finale tra i 140 partecipanti gli consentirà di partecipare per la prima volta alla finale nazionale. La competizione del cussino Marco Malaguti si è fermata per intervento medico nel match dei quarti di finale, così il suo avversario, il poliziotto romano Luca Longo, ha trovato via libera e si è anche aggiudicata la Coppa Italia 2019. Quatto vittorie per il cussino Marco Malaguti, sempre conscio del proprio potenziale e particolarmente abile dalla lunga distanza, quindi quattro vittorie nel main draw; da segnalare le vittorie su davvero ostici ed esperti avversari, quali il nazionale Matteo Amodio Maisto di Napoli, il bergamasco Pietro Tassinari figlio e nipote d’arte schermistica e su Corrado Verdesca di Brindisi. Il secondo spadista pavese tra gli Under 20 è stato Giovanni Garini che ha terminato al 99° posto finale, dopo due vittorie nelle qualificazioni, una vittoria per 15 ad 11 nel main draw sul genovese Francesco Mochi e la sconfitta ed eliminazione per 15 a 10 dal frascatano Leonardo Luongo.
La gara di Casale con il maggior numero di partecipanti è stata la Coppa Italia di Spada Maschile per Cadetti, Under 17, con 305 spadisti in gara. Il vincitore è risultato Paolo Santo del Club Scherma Treviso; ben quattro gli spadisti cussini cadetti in gara, con due schermidori al primo dei tre anni nella categoria. Proprio un nato nel 2004, Enrico Bianchi, è risultato il migliore dei pavesi, con il 155° posto finale, frutto di tre vittorie nelle qualificazioni e subito una sconfitta nel main draw. Al 171° posto Luca Sala Gallini, anch’egli con tre vittorie nelle qualificazioni e la sconfitta all’esordio nel tabellone; per Gualtiero Cattaneo ugualmente nitide vittorie nelle qualificazioni e fine gara con il primo match nel main draw, con il 184° posto della classifica finale. Il quarto pavese tra gli Under 17, Francesco La Pillo, ha chiuso al 197° posto con un vittoria nelle qualificazioni.

Lo spadista Molinari premiato in Regione Lombardia per il terzo posto nella categoria Maschietti

A consuntivo delle competizioni regionali della stagione 2018/2019, il Comitato Lombardo della FIS – Federazione Italiana Scherma ha organizzato a Milano, presso la sede della Regione Lombardia, nell’Auditorium Testori la Festa Regionale della Scherma alla presenza delle 47 Società Schermistiche Lombarde. La Festa è in particolare dedicata agli Under 14, alle giovani schermitrici e ai giovani schermidori dai dieci ai quattordici anni, e alle premiazioni dei nuovi Campioni Regionali e del podio, secondi e terzi classificati, al termine delle competizioni lombarde di fioretto, spada e sciabola. Per il CUS Pavia Scherma lo spadista Giacomo Molinari è stato premiato per il terzo posto finale tra i nati nell’anno 2008, preceduto da un altro rappresentante della scherma della Provincia di Pavia, il vigevanese Lorenzo Greco, mentre il Campione Regionale nella Spada Maschile Maschietti è stato Riccardo Perrone della Pro Patria ha ria di Milano. Tutti i più giovani allievi del maestro Federico Meriggi e dell’appassionato Staff Tecnico del CUS Pavia Scherma avranno a breve l’ultimo e più importante impegno agonistico della stagione. il Gran Premio Giovanissimi, il Campionato Italiano per gli Under 14, che si disputerà a Riccione dal 15 al 21maggio.

Gianandrea Nicolai


Leggi anche...

Ultima partita del campionato di prima divisione femminile

1^ Fase CDS allieve: sul podio De Caro, La Marca e Viola

Ciffonauti: Fiume Trebbia, da Marsaglia a Bobbio

Rugby Serie A femminile: sconfitta nel derby tra CUS

Tutti al Manga per l’ultima gara di arrampicata

Canottaggio: ancora buone sensazioni