1^ Fase CDS allieve: sul podio De Caro, La Marca e Viola

Due giornate insolitamente fredde per il periodo, con l’aggiunta del vento nel pomeriggio di domenica, hanno fatto da cornice alla prima fase del Campionato di Società allieve, nel quale la nostra formazione punta a riconfermarsi in una finale nazionale.
Le pesanti assenze non hanno permesso di coprire adeguatamente tutte le gare del programma, tuttavia sarà possibile farlo nella seconda fase nel weekend 18-19 maggio. Si sono messe in luce in questa due giorni di gare le lanciatrici Isabella La Marca, capace di ritoccare il proprio personale nel lancio del disco, portandolo a 32,59 (medaglia di bronzo) e Francesca Viola, sempre a buon livello nel martello cadette con un terzo posto in 47,64 (ad 1m dal suo personale). Nel giavellotto invece Isabella La Marca si è piazzata al 4° posto con 31,63. Grande prova di determinazione e coraggio per Irene De Caro (nella foto) che ha conquistato un brillante 2° posto nei 2000 siepi, migliorando il personale di 7’57 con un 7’52”11 che conferma ampiamente il minimo per gli italiani di categoria. Negli ultimi 300 metri Irene ha agguantato le avversarie che la precedevano e, grazie allo slancio con cui ha affrontato l’ultima barriera sul rettilineo finale, ha potuto conquistare un meritato argento. Sui 100hs ha fatto l’esordio Chiara Tindolini in 20”57, così come nel salto in alto Alice Bazzoni con 1,30. Bazzoni e Silvia Rizzardi poi hanno preso parte alla gara di salto triplo, dove la prima ha ottenuto 8,91 con ben 2,7 m/s di vento contro e Rizzardi un bel 9,73, sempre viziato da un vento contrario di -2,4.
Letizia Bottani è stata chiamata al doppio impegno su 400 e 800, nei quali ha corso rispettivamente in 1’06”68 e 2’32”54. Negli 800 Letizia ha migliorato il personale di oltre 2 secondi, vincendo la seconda delle quattro batterie previste, grazie ad una volata finale irresistibile per le avversarie. Anche De Caro ha corso per due volte nel corso del weekend, prestandosi per la squadra ai 400hs, corsi in 1’16”48, non troppo lontana da personale nonostante un pesante errore sulla settima barriera.
Nel peso Laura Girardi, alla prima gara nel 2019, non ha trovato il giusto feeling con la pedana e si è dovuta accontentare di un lancio di 8,29 (a fronte di un personale di 9,08). Nel disco invece la Girardi ha lanciato l’attrezzo ad un buon 21,86.
Federico Carrà, Pietro Panucci e Stefano Allegretti erano impegnati a titolo individuale ed hanno preso parte ciascuno a due gare nel weekend. Carrà di è migliorato nei 400 da 55”11 a 54”18 mentre negli 800 è stato inserito in una serie lenta che ha vinto con ampio margine, purtroppo soltanto in 2’09”03. Panucci ha collezionato tre nulli nel lungo ma nel salto in alto ha stabilito il nuovo personale con 1,65. Stefano Allegretti ha corso i 100 in 11”71 che sarebbe il suo nuovo personale, tuttavia il tempo è stato ottenuto con l’aiuto irregolare del vento a favore di 3,5 metri/secondo. Nei 200 invece con vento regolare di +1,5 Stefano è sceso a 23”33, a poco più di un decimo dal minimo per i tricolori.

Marcello Scarabelli


Leggi anche...

Ultima partita del campionato di prima divisione femminile

Ciffonauti: Fiume Trebbia, da Marsaglia a Bobbio

Rugby Serie A femminile: sconfitta nel derby tra CUS

Tutti al Manga per l’ultima gara di arrampicata

Canottaggio: ancora buone sensazioni

Scherma: Lombardi, Greco e Malaguti alla finale Nazionale Under 20. Molinari premiato in Regione Lombardia.