Atletica leggera – Ai Queen Atletica Games Luca Negri sfiora personale e vittoria

Dopo l’articolo generale sull’esito tecnico organizzativo della manifestazione, diamo uno sguardo sui risultati dei nostri atleti. Nel pre meeting, caratterizzato dalla parte di “games” sono state impegnate nei 30m shoot out (sfide a due con tabellone e scontri diretti) Micol Rocchetti, 9^ con 4″98 e Beatrice Bellinzona nel salto in lungo da fermo, che ha terminato al 5° posto con 2,14.
Sempre Micol Rocchetti, universitaria di origine bergamasca, ha preso il via anche negli 80m, dove ha realizzato 11.83 con -2,5 metri/secondo di vento contrario.
Nei 150 pioggia di personali per le nostre atlete, con Michelle Sanzo a guidare la pattuglia di velociste cussine con 19″83, seguita da Gaia Greta Del Bo con 20″45, Irene Parisotto con 21″25 e Marianna Roveda con 22″69. Nel salto triplo personale anche per Francesca Sutera con 10,55 (-0,8 di vento) al 1° salto, sicuramente perfettibile correggendo gli errori nella rincorsa.
Molto bene Letizia Bottani nei 500: la mezzofondista veloce, inserita nella seconda delle tre serie, ha gestito in modo intelligente le forze, sfoderando un buon rettilineo finale grazie al quale ha concluso in 1’23″37. Nel salto in alto si sono messi in luce come previsto i nostri portacolori. Al maschile Luca Negri (nella foto) ha sfiorato personale e vittoria. Il suo 1,94 è stato ottenuto dopo alcuni salti in cui la luce tra il corpo e l’asticella ha effettivamente fatto vedere potenzialità ben maggiori. Nella gara femminile, funestata da un improvviso temporale di vento proprio quando si stava per attaccare le quote più elevate, Gloria Polotto ha vinto con 1,66 e Cecilia Muscarella ha conquistato l’argento in 1,63.

ALTRI RISULTATI DEL WEEKEND

Cornaredo – Vola il disco di Sofia Tralli

La lanciatrice Sofia Tralli raddoppia: nel disco in cui è vicecampionessa italiana cadette in carica, ha ottenuto 34.86 al primo lancio, aggiungendo 11 centimetri al personale. Peccato per i nulli che hanno lambito la fettuccia del settore, decisamente più lunghi del lancio con cui ha vinto la gara. Nel martello a referto va un buon 36.29, unico lancio valido di gara, con cui si è aggiudicata il secondo oro di giornata.

Trevisorile – 18° Triveneta Meeting: gran rientro per Max Di Stasio nel giavellotto

Quella di Max è una bella storia da raccontare. Non ci dilungheremo molto al di fuori della cronaca di gara ma basti pensare che dopo lo shock del primo stop per un problema fisico, il nostro lanciatore sembrava avviato verso un rientro veloce. In quel momento la seconda doccia fredda: un altro stop e un bello spavento per fortuna risolto brillantemente. Al Triveneta Meeting di Treviso il destino ha voluto risarcire, almeno parzialmente, il giavellottista cussino. In una gara decisamente partecipata (ben 24 concorrenti) e dai contenuti tecnici di buon livello, Di Stasio ha conquistato la medaglia di bronzo con un ottimo 55,07 al 4° lancio (sua quarta miglior prestazione di sempre), con altri tre lanci sopra i 50 metri.

Marcello Scarabelli


Leggi anche...

Atletica leggera - “Queenatletica Games” il meeting di atletica leggera con tre record italiani abbattuti

Pallavolo - Tutti i risultati

Canoa - Ciotoli superstar della canoa discesa, a Valstagna il Cus Pavia fa doppietta di titoli