Corsa ad eliminazione edizione “Nine”: Carrà e De Caro si riconfermano campioni

Quattro cussini hanno sfidato le intemperie di una fresca mattina di novembre per prendere parte alla nona edizione di una delle più originali e stimolanti manifestazioni del calendario provinciale. Insieme ai vincitori della passata edizione, Federico Carrà e Irene De Caro, si sono presentati al via i loro compagni di allenamento Daniel Perillo e Letizia Bottani. La formula dell’evento prevedeva una successione di prove in pista sui 300 metri, intervallate da una pausa di 1’30 nella quale i concorrenti dovevano percorrere i 100 metri rimanenti dell’anello e riallinearsi per la nova partenza. Ad ogni ripetuta, al di fuori della prima considerata di prova, venivano eliminati gli ultimi 3, fino alla finale, corsa da 7 atleti. Purtroppo, a livello maschile, la partecipazione di quest’anno è risultata sempre numerosa ma meno qualificata delle precedenti edizioni e Carrà non ha dovuto faticare particolarmente per imporsi. Il 300 della finale è stato comunque corso in progressione in un buon 41″00 in pieno controllo (l’anno scorso, quando ci fu un emozionante spalla a spalla sulla retta d’arrivo, a Federico servì correre in 40″3 per la vittoria).
Bravo a centrare la finale anche Daniel Perillo, studente di Medicina e Chirurgia che dall’inizio della preparazione invernale ha ritrovato la continuità negli allenamenti dopo numerosi guai fisici e impegni di studio. Interessanti i suoi progressi in questo primo mese di ripresa, concretizzati con la prova di oggi, dalla quale partire con la consapevolezza di aver imboccato la strada giusta.
La prova femminile, separata solo in termini di classifica finale, ha sorriso come anticipato anche quest’anno alla nostra Irene De Caro, che ha oltretutto sfiorato l’ingresso nella finale. L’avvio della competizione è stato molto lento e le nostre ragazze si sono ben disimpegnate nonostante la fisicità degli avversari intorno a loro. Alla 17^ ripetuta si è delineato il podio con l’uscita di scena di Letizia Bottani, che sta compiendo importanti miglioramenti anche lei grazie all’aumento del chilometraggio in allenamento. La gara di oggi ha infatti una componente aerobica preponderante rispetto a quella lattacida. Nella successiva prova poi è arrivata l’eliminazione anche di Irene De Caro che, dopo un’ottima partenza che ha fatto intravedere la possibilità di conquistare addirittura la finale, ha commesso un piccolo errore tattico negli ultimi metri. Sicura della vittoria, vedendo alle spalle Roberta Scabini del Running Oltrepò, si è lasciata sfuggire di qualche metro gli uomini davanti a lei, dimenticando per un attimo che quella batteria dava l’accesso alla finale, perdendo l’attimo decisivo per infilarsi e rimanere in gara.
Nelle prossime settimane i mezzofondisti cussini saranno impegnati tra campestri scolastiche (i più giovani) e qualche competizione su strada o di cross per i più grandi, allo scopo di testare la condizione e svolgere qualche allenamento tirato.

Marcello Scarabelli


Leggi anche...

Scherma – Prima prova regionale Gran Premio Giovanissimi di spada

Rugby Serie C maschile - 3^ giornata

Rugby Serie A femminile - Le Rocce cedono in casa contro il Monza