La squadra maschile conferma la Serie A1, scendono in A2 le spadiste cussine

Il CUS Pavia Scherma è stata una delle Società Schermistiche protagoniste a Palermo alle celebrazioni per i 110 anni della Federazione Italiana Scherma e ai Campionati Italiani Assoluti di Scherma Olimpica e Paralimpica. Sono state ben undici le presenze delle lame pavesi alla competizione più importante, poche Società Schermistiche non militari hanno totalizzato un numero così alto di partecipanti. La buona notizia viene dalla squadra cussina di spada maschile: i quattro moschettieri pavesi hanno confermata per la prossima stagione agonistica 2019/2020 la partecipazione alla Top Serie A1: il capitano Federico Bollati, l’universitario Francesco Biserni e gli Under 20 Francesco Leone e Marco Malaguti hanno battuto nel match decisivo il Club Scherma Bari con il punteggio di 45 a 39. Lo scudetto tricolore è andato alla squadra delle Fiamme Oro di Roma mentre sono retrocesse in A2 le squadre del Club Scherma Bari, della Cariplo – Piccolo Teatro di Milano e del CUS Siena. Nel proprio percorso gli spadisti cussini hanno incontrato l’Aeronautica Militare, che otterrà il secondo posto finale del Campionato Italiano, il Circolo Schermistico Forlivese. Fondamentale la vittoria conseguita nel Main Draw contro il Club Scherma Bari; sin dall’inizio gli spadisti cussini hanno tirato con la massima concentrazione e il capitano pavese Federico Bollati ha chiusa la nona e ultima frazione senza offrire alcuna possibilità di rimonta ai pur forti baresi. L’accesso a zona medaglia è stato bloccato ai cussini dalla squadra del Centro Sportivo Esercito, che salirà al terzo gradino del podio; l’Esercito, con Lorenzo Buzzi di Casale Monferrato, Gabriele Cimini di Pisa e il pentatleta romano Valerio Grasselli, supera il CUS Pavia per 45 a 40 in un match sempre aperto, con al massimo due o tre stoccate di vantaggio per i militari. Il Campionato di Spada Femminile rappresenta per il CUS Pavia l’altra faccia dello sport, che occorre accettare, esperienza di cui far tesoro: lo scudetto 2019 è andato alle Fiamme Oro mentre scendono in Serie A2 la Società Schermistica Chiti di Pistoia, il Club Scherma Chiavari e il CUS Pavia con in pedana le spadiste Chiara Manni unica ventunenne, con le Under 20 Silvia Greco, Marta Lombardi e Teresa Paravella. La retrocessione è la conseguenza della sconfitta patita nei playout dal Club Scherma Ariccia, che si è imposto sulle pavesi con il punteggio finale di 45 a 28. Nelle fasi precedenti del Campionato di A1 il CUS Pavia rosa aveva incontrato il Centro Sportivo Esercito e il Circolo della Spada Mangiarotti di Milano.
Nelle competizioni individuali erano tre gli atleti del CUS Pavia Scherma ad avere staccato il biglietto per la più importante competizione nazionale della stagione. Tre risultati onorevoli per i tre schermidori pavesi nella Top List individuale: il mancino Federico Bollati ha ottenuto il 18° posto dei Campionati Assoluti, la cussina Marta Lombardi il 26° posto e per Chiara Manni il 30° posto della classifica finale. La spada maschile dei 110 anni della FIS è stata vinta a sorpresa da un civile, il venticinquenne Andrea Russo del Club Scherma Formia; l’unica precedente vittoria di un “non militare” era stata conseguita nel 2009, l’edizione del centenario della FIS, proprio da Federico Bollati con la tuta del CUS Pavia. Questa volta la gara dell’esperto e medagliato spadista pavese si era ben avviata con probanti vittorie su qualificati avversari. Il nazionale Under 20 Giacomo Gazzaniga, con i colori della Polisportiva Bergamasca, ha eliminato il campione pavese con il minimo scarto, con il punteggio di 15 a 14. Un anno fantastico per la vercellese Federica Isola, che con la tuta dell’Aeronautica Militare ha vinto quest’anno 2019 tra gli Under 20 il titolo italiano, europeo e mondiale, ora il Campionato Italiano Assoluto, antipasto degli europei e mondiali assoluti. Le due pavesi in gara hanno trovato una temperatura rovente nel Pala Mangano, ma hanno ben gareggiato: la diciottenne Marta Lombardi ha superato la nazionale Under 17 Marzia Cena di Vercelli e la torinese Cecilia Varengo, mentre proprio la fenomenale Federica Isola, neo Campionessa Senior 2019, ha eliminato con il punteggio di 15 a 8 l’allieva del maestro Federico Meriggi. Per la spadista cussina Chiara Manni una vittoria con il botto sulla campionessa del mondo Mara Navarria, quindi la vittoria sulla vercellese Marzia Cena, nazionale Under 17 e già incontrata e battuta dalla compagna di allenamento Marta Lombardi; ma una seconda esperta nazionale azzurra la casertana Francesca Boscarelli, per il Centro Sportivo Esercito, concludeva con il punteggio di 15 a 4 sulla spadista cussina Chiara Manni. A conclusione dei Campionati Assoluti 2019 di Palermo, la bandiera della FIS  è passata dal Sindaco Leoluca Orlando alle mani del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris; infatti nel capoluogo della Campania si disputeranno nel secondo fine settimana di giugno 2020 i prossimi Campionati Italiani Assoluti di Scherma Olimpica e Paralimpica, con la certezza della presenza di almeno quattro spadisti cussini nella Top Serie A1.

Gianandrea Nicolai


Leggi anche...

Rugby Under 18 - Finale torneo “F. Clavarezza”

Canottaggio: campioni d’Italia

Cos’è la Pavia-Pisa?

Canoa: Mathilde Rosa oro in Coppa del Mondo. A Ledro Allen vince il suo primo titolo nella maratona.

All Star Game di Pallavolo