Rugby Serie A femminile: sconfitta di misura a Monza

Rugby Monza 1949 – Chicken CUS Pavia 24-22

Formazione Chicken CUS Pavia: Bruschi, Aloisio, Ramadan, Pinetti, Bovio (Cap.), Pinetti (77′ Bertocchi V), Simbula (55′ Santagostini), Villa, Nascimben (55′ Franchi), Favata, Russo, Fami, Balsamo, Sandrucci, Cabrini (55′ Grajdeanu), Biatel. A disposizione: Bartoli, Bertocchi M, Fatemi, Peni
Allenatori: Villa, Grieco. Direttore Tecnico: Santa Maria
Arbitro: Alessandro Torazza

In una giornata dal clima quasi estivo, si è disputato il derby tra le Rocce e il Monza, che avrebbe potuto essere decisivo per il Trofeo Sforza, ma che ha invece riaperto la sfida tra le squadre lombarde. Dopo poche fasi dal fischio d’inizio, a seguito di una mischia, un buon movimento dell’ovale arriva fino all’ala Fami che porta a casa i primi 5 punti. Sono poi le monzesi a recuperare e portarsi sul 5-5, dando inizio a un inseguimento punto a punto che prosegue per 80 minuti. Dopo un pallone recuperato su un errore delle avversarie, di nuovo Fami si porta a schiacciare dietro ai pali, facilitando la trasformazione di Favata. Anche questa marcatura viene poi compensata dalle Ringhio, portando al 12-12 alla fine del primo tempo. Il match prosegue ad altissima intensità, frequenti cambi di possesso e prolungate permanenze all’interno dei 22 da entrambe le parti, con le Rocce che con grande determinazione riescono più volte a tenere alto l’ovale in area di meta. Complessivamente, qualche difficoltà nelle fasi statiche non favorisce il gioco dei trequarti che, sia negli intervalli che al largo, vanno a scontrarsi contro un’agguerrita difesa monzese. Al secondo tempo son sempre le Rocce, grazie a un’ottima continuità, a portarsi di nuovo in vantaggio grazie a una meta di Cabrini. Un fallo in ruck delle monzesi al 50′ viene sanzionato con un calcio di punizione, che però passa appena fuori dai pali, impedendo alle Rocce di portarsi sopra break. Il sorpasso da parte del Monza arriva poco dopo, con una meta trasformata che le porta sul 19-17. Le Rocce continuano con un buon gioco di squadra e un avanzamento efficace, che conduce la prima linea Ramadan a marcare la meta del bonus offensivo. Le Ringhio infine riescono a segnare l’ultima meta, ottenendo a loro volta il bonus, e portando al risultato finale di 24-22, indice di una partita molto equilbrata e combattuta, in cui nessuna delle due parti si è risparmiata.
L’apertura Russo, migliore in campo per le Rocce, nonostante la sconfitta non è delusa dalla prestazione: “Abbiamo lottato fino alla fine ma purtroppo non abbiamo portato a casa il risultato. Forse ci hanno penalizzato la frenesia o la poca attenzione alle piccole cose. Nonostante tutto abbiamo giocato l’una per l’altra e adesso, più fiduciose, continuiamo a prepararci per le prossime sfide.”
Il campionato prosegue domenica 31 marzo, quando le Rocce cercheranno la rivincita col CUS Torino contro cui, al girone di andata, hanno perso con soli tre punti di scarto. Appuntamento alle 15.30 al campo Bombonera di Rozzano.

A cura di Angelica Simbula
Foto di Samuel Rutili


Leggi anche...

Rugby Under 18 - Girone regionale

Canottaggio: prime medaglie

Rugby Serie C maschile

Oro per Anastasia: la terza gara dei ragazzi di arrampicata

Zaliani quinta classificata e Scrivano ottava ai Regionali di Gorle

Torneo Intercollegiale di Pallavolo femminile