Atletica leggera – Campionati italiani Allievi: Barbieri 16^ nei 100

Le speranze di medaglia nella rassegna tricolore under 18 non sono state purtroppo esaudite ma nel mondo dello sport, come ricordava un vecchio saggio del mondo del calcio, è sempre attuale la massima popolare che recita: “Non dire gatto se non l’hai nel sacco”.
Così è stato per la gara dei 100 metri femminili, nella quale Monica Barbieri si presentava tra le possibili pretendenti ad un piazzamento di rilievo. Il 12″49 ottenuto in batteria non è stato sufficiente per l’ingresso nella finale A, per la quale sarebbe servito fare meglio di 12″26. Bene l’uscita dai blocchi, buona fase di accelerazione come consueto ma nel “drive”, cioè nella fase lanciata, Monica non ha avuto sufficiente benzina per agguantare la finale migliore, dovendo accontentarsi così della B.
Nella finalina identico svolgimento di gara rispetto alla batteria del primo pomeriggio con l’impressione dall’esterno, poi non confermata, che la nostra atleta fosse stata vittima negli ultimi metri di un guaio muscolare. Il 12″69 le ha consegnato quindi il 16° posto in Italia. Nella stagione indoor, poi conclusa anzitempo per lo scoppio dell’emergenza Coronavirus, Monica fu 4^ ai tricolori allievi al coperto di Ancora nei 60 metri, inanellando tre personali in un giorno tra batterie, semifinale e finale.
Assente all’ultimo minuto Pietro Panucci nel salto in alto, toccava ad Isabella La Marca portare in pedana i colori del Cus. Per quanto visto in qualificazione sarebbe servita una mezza impresa per conquistare la finale a 12 nel lancio del disco femminile (attrezzo da 1kg), ovvero la nostra portacolori avrebbe dovuto migliorare il proprio personale di 32,59 di oltre un metro fino ad oltre 33,67. Purtroppo anche per lei non è stata una giornata di grazia ed i suoi lanci in qualificazione si sono fermati a 30,27, estromettendola così dal novero delle migliori (25^ posizione finale).

Marcello Scarabelli


Leggi anche...

Scherma - al via la “Stagione di transizione”

Canoa - Festa gialloblu ai Campionati italiani

Grandi novità per il rugby femminile: via al progetto Sforza

In vista dell'anno sportivo 2020-2021 - cinque domande al Presidente Stefano Ramat