Canoa discesa: Mathilde Rosa e Giulia Formenton quarte al Mondiale

Si è fermata ad un soffio dal podio la corsa iridata delle discesiste azzurre ai Mondiali assoluti di canoa discesa. Tra le acque mosse di La Seu d’Urgell in Spagna, le studentesse dell’Università di Pavia Mathilde Rosa (portacolori del CUS) e Giulia Formenton (atleta College della Pagaia) hanno solo accarezzato il sogno di una medaglia iridata classificandosi al quarto posto nella gara a squadre. Insieme a Cecilia Panato, il team azzurro si è dovuto arrendere alla squadra tedesca che per un secondo netto ha negato alle ragazze italiane la gioia di una medaglia. In una prova molto tecnica, a vincere la gara è stata la Repubblica Ceca, meritata medaglia d’oro con sei decimi di vantaggio sulla Francia.
Al quarto posto a squadre, Mathilde Rosa (nella foto) ha aggiunto poi la nona piazza assoluta nella gara individuale: un risultato che sta stretto alla campionessa gialloblu, che nelle batterie aveva guadagnato l’accesso alla finale con il miglior tempo di qualificazione (59.22 secondi). Nella gara per le medaglie, un errore in curva ha relegato Rosa al nono posto assoluto, un piazzamento certamente al di sotto delle aspettative ma che non mette in discussione il valore assoluto di un’atleta che nel 2019 si è laureata Campionessa Europea assoluta e Campionessa iridata Under 23. A sorpresa a vincere la prova femminile è stata la francese Phenicia Dupras che ha fatto segnare il tempo di un minuto e 49 centesimi, staccando di soli 5 centesimi la ceca Anezka Paloudova, seconda classificata. Terza la ceca Barbora Dimovova, medaglia di bronzo. In una rassegna in cui molti dei portacolori azzurri hanno sofferto le rapide del canale artificiale catalano, la squadra maschile del cussino Andrea Bernardi, di Francesco Ciotoli (nuovo ingresso al College della pagaia, che ogni anno raccoglie a Pavia i migliori atleti-studenti della canoa italiana) e di Davide Maccagnan, ha chiuso al sesto posto una gara dominata dalla Slovacchia, campione iridata davanti a Francia e Repubblica Ceca. Si sono accontentati invece di due quinti posti gli specialisti della canoa canadese, tra cui milita Giacomo Bianchetti, anche lui atleta del College della pagaia, che in Spagna ha gareggiato nelle gare a squadre del C1 e del C2 senza però riuscire a replicare le belle prestazioni che in estate lo avevano portato a laurearsi Campione del mondo nella categoria Under 23.

Giovanni Vescovi


Leggi anche...

The Day after the Student Day

Tiro con l'arco: continua la serie positiva di podi

Rugby serie A femminile: Le Rocce a valanga sul Biella