Medaglie di Bronzo per Isabella La Marca e Irene De Caro ai Campionati Regionali Allievi

I campionati regionali allievi, programmati a metà settembre, erano di fatto una delle prime manifestazioni dopo la pausa estiva delle gare su pista. Questo appuntamento era particolarmente sentito per i nostri colori, dato che Irene De Caro (nella fotografia) al termine della prima parte di stagione occupava la seconda posizione nella graduatoria regionale nei 2000 siepi. Le ambizioni di essere protagonista e combattere magari per una vittoria erano così più che legittime.
Nel pomeriggio di sabato finalmente è arrivato il momento tanto atteso. La gara, partita su ritmi decisamente veloci (poco sopra ai 3’40 al primo km) ha visto la Galimberti, favorita della vigilia, a fare il ritmo e un gruppetto di atlete, nel quale si trovava Irene, ad inseguire a breve distanza.
A due giri dal termine la svolta con Galimberti che cede di schianto e le inseguitrici che la superano. La falcata di Irene non era apparsa però particolarmente brillante fin dall’inizio e nel finale di gara sono mancate le energie per inseguire le due avversarie che progressivamente hanno guadagnato qualche secondo di margine, nonostante la nostra portacolori abbia evidenziato una tecnica di passaggio della riviera e delle barriere migliore di chi l’ha preceduta sul traguardo. Il crono finale a referto è stato di 7’50″80 e il bilancio finale può comunque dirsi positivo, dato che un terzo posto ottenuto in una giornata poco brillante significa che il livello di prestazione di base è decisamente di primo piano.
Nel pomeriggio di domenica invece, le speranze di medaglia erano riposte nella discobola Isabella La Marca, che al rientro dalle vacanze estive è stata capace di avvicinare il suo record personale. Interessante la sua serie di lanci con ben 4 prove sopra ai 32 metri: 29,31, 32,07, 32,52, nullo, 32,36, 32,25. Il 32,52 del terzo turno si avvicina di soli 7cm al personale e ha permesso alla lanciatrice pavese di mettersi al collo la medaglia di bronzo.
Bel miglioramento nel salto in alto allievi per Pietro Panucci, che nonostante diversi problemi con la rincorsa ha saputo mettere a segno un buon 1,73 (aveva 1,65) classificandosi così al 9° posto. Sempre per il capitolo salti, Silvia Rizzardi è scesa in gara con pochi allenamenti nelle gambe dopo il rientro dalle vacanze ed è atterrata a 4,33 nel lungo (19°posto), rimanendo mezzo metro dietro al suo personale. Infine, negli 800 è ritornata in pista Irene De Caro dopo la fatica del giorno precedente nelle siepi, insieme a Letizia Bottani e Federico Carrà.
Irene ha vinto la seconda serie in 2’30″15 (10° posto complessivo), destando una buona impressione, mentre Letizia ha concluso al 3° posto la terza serie in 2’35″64 (16° posto complessivo), non troppo lontana dal personale. Federico Carrà è sembrato poter piazzare l’allungo decisivo ai 300 finali, ai quali è transitato in seconda posizione, invece pur provando a resistere alla fatica non è riuscito a mettere a segno lo sprint finale chiudendo 6° nella seconda serie e 16° in totale.

Marcello Scarabelli

ph.Federica Putti


Leggi anche...

Campionati Nazionali Universitari di Canottaggio 2019: vince Pavia

Il CUS Pavia Scherma si aggiudica la Coppa Italia 2019 di Spada Maschile a squadre