Atletica: seconda Fase Campionati di Società Assoluti

Ottima prima giornata della 2^ fase dei cds assoluti femminili a Bergamo per i colori del Cus Pavia, iniziata con l’esordio, per esigenze di squadra, di Elisa Stea nei 100hs (con barriere da 84cm). Nei 100 piani non ci sono state prestazioni cronometriche di alto livello, complice la pista non molto reattiva, più adatta alle gare di mezzofondo, oltre ad un leggero vento contrario. La migliore cussina è stata l’allieva Monica Barbieri, che ha corso molto irrigidita concludendo in 12″94. Dietro di lei personale per Irene Parisotto con 13″89. Sui livelli del momento le sorelle Martina e Marianna Roveda, entrambe studentesse dell’ateneo pavese: 14″40 e 15″18 rispettivamente. Show di Gloria Polotto nel salto in alto, gara nella quale la junior al primo anno di categoria ha conquistato il 3° posto a pari misura con la seconda classificata ma, soprattutto, ha stabilito il suo nuovo personale con 1,73. Nei 3000 siepi Francesca Ferri ha dato vita ad una gara altrettanto mirabile, conquistando un bel 2° posto in 11’38″26, ben 16 secondi meno del suo vecchio personale, stabilito solo due settimane fa ai CNU di L’Aquila. Il passaggio della riviera è ancora assai da perfezionare, sintomo che il suo tempo è passibile ancora di miglioramenti importanti. Queste due prestazioni costituiscono senz’altro un bel biglietto da visita in vista dei tricolori under 23 del prossimo weekend a Rieti. In chiusura di giornata la 4×100 con Martina Roveda-Irene Parisotto-Elisa Stea-Monica Barbieri ha corso in un buon 51″72. La giornata di domenica è stata altrettanto positiva, con il miglioramento della siepista Irene De Caro impegnata nei 400 ostacoli, corsi in 1’14″17 nella prima gara del pomeriggio. Mentre Sofia Lotti era impegnata nella gara di disco, nella quale ha scagliato l’attrezzo a 23,02, un po’ al di sotto del suo record personale, negli 800 sono scese in pista Letizia Bottani e Sara Marostica. Il loro intento obiettivo del giorno era quello di provare un passaggio veloce al primo giro per testare le proprie condizioni fisiche. Entrambe hanno pagato un po’ lo sforzo nel finale, concludendo in 2’36″22 Letizia e 2’29″64 Sara. Nonostante il clima torrido, arrivato d’improvviso dopo un mese maggio dal sapore autunnale, Martina Gambuzza ha saputo demolire il proprio record personale nei 5000 di ben 18″ portandolo a 19’16″30. La sofferenza per la temperatura elevata si è fatta sentire negli ultimi due km, al termine dei quali la studentessa siciliana non è stata nemmeno in grado di sfoderare la sua consueta volata per agguantare il terzo posto, dovendosi accontentare della quarta piazza a causa della pressione bassa che le provocava capogiri. La squadra nel complesso si è ben comportata, conseguendo un bottino ufficioso (in attesa di verifica) di 11564 punti, praticamente la stessa cifra di un anno fa, nonostante le pesantissime assenze per infortunio di Anna Cassi e Cecilia Muscarella. Ci sono stati numerosi miglioramenti individuali che sono sintomo di un buon lavoro svolto dai tecnici ma per l’ingresso in una finale nazionale sarebbe servito l’apporto di tutta la squadra al completo.

Marcello Scarabelli


Leggi anche...

Il 15 Giugno, a Pavia, la Regata Universitaria Pavia-Pisa

Rugby Under 18 - Fase Interregionale - Semifinale di ritorno

Torneo Intercollegiale di Beach Volley femminile: vince il S.Caterina

Atletica: esordio con il botto per Luca Negri; Irene De Caro e Federico Carrà in ottima forma

Canoa: oro a Mantova per Matteo Bazzano e Jacopo Sorzini

Lo spadista Carlo Fenzi ottiene il 21° posto agli Europei in Francia