Il 62° Cross del Campaccio ha aperto la stagione agonistica dell’atletica

Il giorno della Befana è da oltre mezzo secolo sinonimo di corsa campestre sui prati di S. Giorgio su Legnano (MI). Questo appuntamento di carattere internazionale ha messo in evidenza i progressi ottenuti in questi mesi invernali di allenamento in vista della stagione agonistica appena iniziata. Per i nostri colori, ci sono state purtroppo numerose defezioni, anche dell’ultim’ora, a causa di malanni di stagione e così il contingente gialloblu era ridotto a sole due unità.
La piccola Francesca Zacheo, che ha fatto il suo esordio assoluto in gara tra le cadette (under 16), è stata attanagliata dall’ansia che l’ha letteralmente vista tremante sulla linea di partenza. Il suo 68° posto finale non rende giustizia a quanto di buono messo in luce in allenamento.
Per l’allieva (under 18) Irene De Caro (nella foto) questo primo esame è stato invece superato brillantemente. La giovane siepista, che non fa del cross una delle sue discipline favorite, si è sentita pienamente a suo agio nei 4km di un percorso storicamente impegnativo con continui rilanci di ritmo e saliscendi spezza gambe. Il suo 29° posto finale (13^ delle lombarde al traguardo) è senza dubbio un risultato pregevole, dal momento che oltre a qualche atleta straniera, erano presente praticamente tutte le più forti mezzofondiste in Italia della sua categoria. Ora la stagione dei cross proseguirà per tutto il gruppo mezzofondo in vista dell’appuntamento clou del secondo weekend di marzo, i campionati italiani di cross. Nel mese di gennaio parte anche la stagione indoor, grazie ai numerosi rettilinei coperti disponibili in Lombardia.

Marcello Scarabelli


Leggi anche...

Canoa discesa: Mathilde Rosa trionfa in Coppa del mondo