Il canottaggio apre le porte a tutti

Ciao a tutti, mi chiamo Andrea e frequento il corso universitario serale di canottaggio del Cus Pavia. Questo appuntamento si tiene tre volte la settimana presso la sede nautica a Pavia, e vorrei dirvi cosa significhi essere parte di questa avventura. Il corso da la possibilità di provare a tutti, anche a coloro che non l’hanno mai praticato, lo splendido sport del remo; io ho provato e adesso non manco mai a un allenamento. L’inverno lo passiamo in palestra e con l’arrivo della primavera ci spostiamo sulla barca, non so come dirvi quanto sia emozionante scorrere sulle placide acque del nostro fiume e avere la possibilità di essere così a stretto contatto con la natura. Questo è il secondo anno che pratico questo sport e devo dire che questo percorso mi sta permettendo di crescere sia fisicamente che mentalmente, ci vuole forza, costanza e concentrazione e in questo gli allenatori fanno la loro parte.
Canottiere si nasce o si diventa? Questo aspetto è soggettivo e magari io avendo meno esperienza rispetto ad altri riuscirò a dare una risposta meno esaustiva. É vero, molti mi dicono che mi sono avvicinato tardi a questo sport, ma l’importante è crederci e soprattutto non arrendersi. Come in tutti gli sport, nel canottaggio ci vuole passione, l’unica dote richiesta.  Ambiente per tutte le età, allegro e gioviale in cui oltre a sudare si organizzano simpatici terzi tempi, insomma lo consiglio vivamente, venite a remare.

Andrea Tramonti


Leggi anche...

Scherma: I prova giovani di spada e I prova interregionale GPG di sciabola

Torneo Intercollegiale di Basket femminile 1^ giornata

Rugby Serie C maschile - 4^ giornata