Martina Gambuzza vola nei 5000. De Caro e Marostica non lontane dal personale nei 1500.

La studentessa siciliana di CTF, seguita ormai da tre anni da Marcello Scarabelli ha messo a segno un sostanzioso progresso cronometrico nei 5000 nonostante le condizioni decisamente poco favorevoli alle prove di resistenza. L’afa che ha caratterizzato questo periodo non risultava meno persistente nemmeno alle dieci e mezza di sera, orario di svolgimento della gara. Inoltre, l’inconsueta decisione di far correre uomini e donne in simultanea, riservando alle ragazze quarta, quinta e sesta corsia, ha tolto la possibilità di utilizzare riferimenti cronometrici ad ogni giro, rendendo un po’ più difficile la percezione del ritmo di corsa (erano segnalati solo progressivamente i km). Martina (nella foto), incalzata in ogni fase della gara dal tifo del suo tecnico e dei suoi compagni di squadra, ha dimostrato di godere di un ottimo stato di forma, impostando la gara in solitaria quasi da subito, imponendo un ritmo regolare: 3’48-3’46-3’49-3’47-3’40 sono stati i suoi parziali chilometrici per un tempo finale di 18’52″98, che le ha dato la vittoria e un miglioramento di circa 24 secondi del proprio personale.
Negli 800 test per Sara Carta, alle prese con un’annata tutt’altro che facile. Un paio di infortuni e una contingenza di fattori, non le hanno permesso di ripetere gli ottimi risultati delle passate stagioni. Per lei, dopo un passaggio troppo spinto nei primi 200 in circa 32″ la gara si è conclusa, non senza combattere, in 2’31”, lontano ovviamente dai suoi valori abituali. L’allievo Federico Carrà, vittima di alcune notti quasi insonni dal caldo, si è dovuto accontentare di 2’06 negli 800.

Sul rinnovato manto dello storico impianto di Rovellasca, sempre attanagliati dall’afa come il giorno precedente, si è svolta la prima manifestazione dopo il rifacimento della pista. La liceale Irene De Caro e la studentessa di biotecnologie Sara Marostica, partite nella prima serie dei 1500, non son riuscite nell’intento di abbassare ulteriormente i loro record sulla distanza. La loro gara è stata corsa comunque su buoni ritmi ed il risultato finale è stato di 5’04″56 per De Caro e 5’10″98 per Marostica.

Marcello Scarabelli


Leggi anche...

Canottaggio: ancora Campioni

Discesa in canoa da Bereguardo a Pavia