Atletica Leggera – Ottimi risultati nelle manifestazioni di fine Aprile

TROFEO BRACCO W L’ATLETICA
23 Aprile.Una pioggia incessante, a tratti battente, ha accompagnato l’intera manifestazione, impedendo a Lucia Piccio di fare l’esordio stagionale nei 400hs, annullati per precauzione. Così la nostra portacolori è partita dai blocchi correndo il giro di pista senza barriere in un pregevole 1’02″10 a soli 3 decimi dal fresco personale, piazzandosi seconda. Nei 400 personale per Tania Catenazzo che ferma il crono su 1’02″95, quasi 3″ meno del suo vecchio limite. Maria Pia Penasa, senza ritmi specifici nelle gambe ha comunque migliorato il personale negli 800 correndo in 2’37″16 ed evidenziando ampi margini di miglioramento. La pioggia non è tradizionalmente amica nemmeno delle gare di lancio e così Sofia Tralli, in pedana nel disco, ha dovuto accontentarsi di battere numerose avversarie più grandi e quotate guadagnando il terzo posto in 37,99, misura di valore date le condizioni particolarmente avverse.

TROFEO LIBERAZIONE
25 Aprile. Quest’anno l’appuntamento, tra i più belli sentiti per l’attività giovanile lombarda, è stato organizzato proprio a Pavia. Nella mattinata spazio alla cat. ragazzi/e con le prove mutiple (tetrathlon) gara nella quale si è messo in luce con una vittoria Simone Bovera (2504 punti); per lui da notare il 7″97 nei 60 piani. Nel tetrathlon femminile ha conquistatto l’11^ piazza Lea Joanna Carbonara con 1870 punti.
Al pomeriggio fanno scintille in pedana del lungo Lorenzo Carrus, primo in 5,59 davanti al compagno di squadra Gioele Spaltini in 5,01. Quinto posto per la 4×100 cadetti con Sbaraini-Spaltini-Tagliabue-Carrus in 52″75. Esordio nei 2000 per Yoseph Bergo, al primo anno categoria cadetti, che ha sfiorato il podio con un buon finale e un tempo di 6’43″41

OTTIMI RISCONTRI DA SALTATORI E LANCIATORI
30 Aprile. Gara a Varese con i lanciatori sugli allori che vincono nelle rispettive categorie Alice Lazzaro nelle allieve si conferma ancora una volta sopra i 50 metri con 52,24, misura da primi posti nella lista italiana. Primo anche Filippo Arisi nel martello juniores con nuovo personale sopra i 52,73 metri.  Esordio su un distanza ufficiale dei 200 metri per Viktors Galaks che nonostante una partenza da migliorare e una curva così così si distende bene in rettilineo e chiude con un 23.55 di tutto rispetto. Infine Alberto Ferrari, studente universitario al primo anno di fisica, si è classificato 6° con un buon 13,39 in una gara di triplo di livello che vedeva la partecipazione del nazionale Schembri. Peccato per l’ultimo salto purtroppo nullo ma con una rincorsa ben caricata che fa intravedere prospettive ancora migliori. Nella fotografia da sx Galaks-Lazzaro-Bellinzona-Arisi-Ferrari.

Marcello Scarabelli


Leggi anche...

Pallavolo – Serie C femminile: partita sottotono

Canoa - Mathilde Rosa si guadagna la nazionale a Milano

Rugby - Premio Milo'ld 2022 alla diffusione della cultura rugbistica

Centri Estivi 2022 – Dal 9 Giugno per un’estate piena di CUS